La classe 2°b della pellico al... festival dei diritti umani

Da ben tre anni, grazie al progetto Attivamente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, ci occupiamo di portare i diritti umani nelle scuole, con lo scopo di sensibilizzare i giovani alle tematiche della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Sono proprio loro, i giovani, su cui riponiamo la speranza di un futuro senza pregiudizi e discriminazioni; e noi cerchiamo di dar loro gli strumenti per farlo.

Luci e ombre della proposta di direttiva UE sul copyright

Un bambino, un insegnante, una penna e un libro possono cambiare il mondo. Ad ogni alunno viene inoltre consegnata una Dichiarazione universale dei diritti umani e ad ogni classe partecipante al progetto riceve un calendario dei diritti umani, entrambi con illustrazioni della Street Artist Alessandra Carloni.

Artisti affezionati, ma anche nuovi nei 3 percorsi di musica, arte e cinema.

I DIRITTI UMANI

Questo ci ha permesso di ampliare a 40 il numero di laboratori, rispetto ai 30 degli anni scorsi. Sono ben 23 i laboratori che coinvolgono scuole medie e superiori nei percorsi di musica, cinema e fotografia. E gli altri 17? I bambini saranno veri e propri artisti e si cimenteranno in varie tipologie di arte, dal disegno su tela, al muro, ai laboratori di stencil art. In questi laboratori i bambini diventano davvero artisti per un giorno! Musica e parole sono le protagoniste di queste esperienze.

La ragazza ospite al laboratorio che, attraverso oggetti legati alla sua vita, ha raccontato la sua esperienza. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Accetto Privacy Policy.Nel la Commissione ha diffuso una prima bozza della direttiva per la riforma del copyright in Europa.

Musei, archivi e biblioteche conservano nelle loro collezioni molte opere fuori commercio ma non ancora nel pubblico dominio.

Primo posto al Festival dei Diritti Umani

In molti casi, i titolari dei diritti non sono facilmente reperibili, dunque queste opere restano negli scaffali, non digitalizzate e quindi non disponibili online. La riforma del copyright intende aiutare a porre rimedio a questa problematica. Inoltre, la nuova eccezione per scopi educativi contenuta nella direttiva rischia di limitare fortemente gli usi gratuiti di contenuti ora consentiti agli insegnanti da molti degli Stati membri.

Sito web. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Show all. Luci e ombre della proposta di direttiva UE sul copyright 21 Febbraio Tags Copyright movimento Wikimedia Pubblico dominio Unione europea. Apertura delle opere fuori catalogo Musei, archivi e biblioteche conservano nelle loro collezioni molte opere fuori commercio ma non ancora nel pubblico dominio. Wikimedia Italia. Related posts. Una legge per garantire la diffusione della cultura Read more.

Giancarlo Pantaleoni ha detto:. Rita Casagrande ha detto:. Alberto Rossu ha detto:.La Dirigente. Un ringraziamento a tutta la redazione, ai docenti e agli studenti che hanno reso possibile questa pubblicazione. Buona lettura. Dopo un lungo e divertente viaggio in autobus noi ragazzi della classe 2C assieme ai compagni della 2H siamo arrivati a destinazione: Ferrara. La 3F coordinata dalla prof.

Abbiamo incontrato il nonno di Alberto Mazzolini, esperto e appassionato di viaggi di Ulisse. Cavalieri del pianoforte — sabato 20 maggio ore 11 presso I. Cavalieri, via Anco Marzio 9.

Festival dei Diritti Umani 2020: presente anche Etica Sgr

Il 12 e il 21 aprile si sono svolte al campo Giurati di Milano le fasi distrettuali e provinciali dei campionati studenteschi di atletica leggera su pista.

La nostra scuola ha partecipato con ragazzi e ragazze di 2 e 3 media. Le riflessioni di Mafer e Lorenzo B. Contatti Dove siamo Crediti Bacheca W. Segreteria — Urp Moduli e download Dematerializzazione. Ultima modifica: 31 Maggio Mens sana in corpore sano. La bella esperienza della classe VD descritta anche in foto e video. Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito si assume che tu sia d'accordo.Per tutti.

Non per pochi. Schiacciato dal prelievo insensato e iniquo dei suoi beni comuni, l'ambiente viene consumato per soddisfare un bisogno immediato e la risposta della politica tende a esaurirsi nel breve termine.

Pochi decidono per tutti, mettendo a rischio diritti elementari: la salute, il cibo, la vita. Migrazioni forzate! Controllo dell'agribusiness! Water Grabbing! WolrdWaterDay giornatamondialedellacqua. What if, instead of accepting a future of climate catastrophe and private profits, we decide to change everything?

Naomi Klein. Tutti gli altri disegni del Festival dei diritti umani di Milano: Link. Nel bene e nel male il cambiamento climatico ci riguarda tutti! Caterina Sarfatti. Io e la mia gente li viviamo tutti i giorni, senza esserne la causa! Hindou Oumarou Ibrahim. In questo mondo le metropoli possono essere la soluzione ai grandi problemi contemporanei.

Che viene calpestato da chi se ne accaparra, da chi la inquina, da chi la spreca. Molto dipende da ciascuno di noi: usare meno plastica, chiudere il rubinetto quando non serve.

Ci sono luoghi del mondo dove fenomeni climatici estremi, carestie e comportamenti egoistici non. Prima di avvicinare i giovani all'agricoltura cerchiamo di avvicinare i giovani a se stessi. Giuseppe Savino. Quanta sofferenza. Quanto caos. Quanta indifferenza. Alessandro Leogrande. Coordina diversi progetti di ricerca in Europa, Sud America, Asia e coopera con diversi istituti scientifici.

Stefano Stranges, laureato in Comunicazione interculturale, inizia a lavorare come fotografo nel nel campo della moda, eventi e reportage di viaggio, collaborando con agenzie del settore.

Da allora i suoi lavori si focalizzano su tematiche sociali e inizia a collaborare con ONG nazionali e internazionali. Dal al lavoro di fotoreporter affianca quello didattico in scuole e centri di formazione. Nel ha attraversato la costa della Groenlandia in kayak. Nel luglio ha partecipato come unica donna alla prima edizione della Redbull Transiberian Extreme 9. Maura e Rosa, due donne analfabete di un villaggio senza luce di El Salvador sono appena arrivate in India, al Barefoot College, per frequentare un corso per imparare a costruire pannelli solari.Mi alzo e mi preparo.

Una volta arrivati davanti al Memoriale, mi stupisce subito la sua collocazione. Quale miglior posto, avrebbe rispecchiato e allo stesso tempo mascherato quello che si celava dietro le leggi fascistissime del Grazie alla tecnologia utilizzata dagli ingegneri italiani del tempo, questo piano, tramite un geniale montacarichi, permetteva la risalita dei vagoni bestiame, straripanti di povera gente. Numerose persone negarono ogni tipo di violenza o di esistenza di questo vero e proprio smercio di persone.

Funzionari italiani e capi treno che nella maggior parte dei casi hanno sempre messo le mani davanti a occhi ed orecchie, compreso lo Stato e la Chiesa.

I treni che passano al di sopra ci fanno immergere in una atmosfera surreale che ci mette quasi i brividi. Il ricordo che riaffiora, facendo riaprire quelle ferite mai chiuse e causate da persone senza scrupoli, accecati da interessi puramente politico-economici e da manie di grandezza e potere.

Quegli stessi Paesi che oggi si professano democratici e rispettosi dei diritti umani. Proprio quella stessa Germania che nonostante sia stata coinvolta in prima linea in quei brutali crimini, si ostina oggi a non voler ricordare. Proprio quel treno, ormai diventato museo, racconta nel suo silenzio quei drammatici momenti e quelle devastanti deportazioni che hanno provocato terrore e sdegno subito dopo la loro scoperta.

Dopo anni di tentativi finalmente siamo riusciti ad organizzare una vera gita di classe, anzi forse la migliore che potessimo desiderare: una settimana a Londra tutti insieme.

Buona parte del merito va sicuramente al Prof. La nostra avventura inizia la domenica mattina, sveglia alle 4. Un pullman ci porta al punto di ritrovo dove vengono a prenderci le famiglie. Oltre ai musei giriamo anche il quartiere di Soho, caratteristico di Londra, da Piccadilly Circus alle vie secondarie piene di negozi, teatri e cinema. La mattina andiamo a scuola, tre ore di lezione al giorno, materia di studio: inglese.

Il 12 aprile la terza C liceo ha visitato il museo della scienza di Milano, con un percorso dedicato a Leonardo da Vinci. Quindi la visita guidata alla galleria dedicata a Leonardo e di seguito il laboratorio, dove gli studenti hanno sperimentato la tecnica pittorica di Leonardo. Un gruppo di ben ventun ragazzi accomunati da una comune passione: il teatro, o meglio, il recitare.

Con loro e, il giorno successivo, con degli attori di Verona abbiamo instaurato un rapporto di amicizia. Sono partita carica, o meglio, sovraccarica di emozioni e preoccupazioni. Ad essere sincera non ero tanto convinta di voler partire. Non posso dire che questi due giorni siano stati una passeggiata. In due giorni ho conosciuto i miei compagni di laboratorio meglio di come abbia fatto in un anno. Ho scoperto persone simpatiche, disponibili, e soprattutto umane.

Ho capito il valore della collaborazione. Tutti insieme siamo riusciti ad affrontare la situazione e ne siamo usciti in maniera dignitosa. Questa esperienza mi ha fatto mettere in relazione con loro, condividendo o dissentendo le loro opinioni sul teatro.

Le persone che sono venuti a tenerci questa lezione ci hanno fatto capire che per scrivere una storia non ci vuole per forza un grandissimo ingegno, ma basta tanta fantasia e divertimento. Prima che lo spettacolo cominciasse mi sentivo agitata e nervosa tanto che avrei voluto scappare. Per natura sono un tipo chiuso e non amo molto le compagnie numerose. Ho apprezzato molto gli sforzi della prof. Glorioso, del regista Pernich e di Elisa la nostra trainer, ma anche della scuola, nel realizzare questo viaggio.

Voglio ringraziare Marco ed Elisa e in particolare la Prof. Glorioso sempre disponibile e sempre aperta a noi ragazzi. Infatti, e attribuisco il merito al laboratorio, probabilmente non avrei mai parlato davanti ad un pubblico tanto numeroso come quello di Marano!

Dopo lo spettacolo abbiamo mangiato insieme ai ragazzi di San Marino e poi siamo tornati in albergo. Ma proprio grazie a questo pubblico abbiamo imparato ad appoggiarci e a sostenerci nei momenti che precedono lo spettacolo e anche durante e dopo, nel momento delle critiche.Accesso Famiglie. Accesso Personale Scolastico. Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Elimina i cookie. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori informazioni. Menu Home Torna alla home Scuola dell'infanzia J. Andersen Scuola primaria W. Disney Sangone Scuola Secondaria "S. Scuola Secondaria "S. Visualizza n. Accesso Famiglie Accesso Personale Scolastico.

Cerca nel sito. Trovaci sulla mappa. Statistiche Visite agli articoli Tutti i diritti riservati. I cookies sono piccoli files di testo inviati dai siti Internet ai browser di navigazione degli utenti al fine di autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti. Elenco libri di testo Scuola Sec. Pellico" a. Visite: Giornalino scolastico: La Voce del Pellicano. Festival dei Diritti Umani.

Alla Pellico "Geometri per due ore". Elenco libri di testo a.Info: www. Ore Mostra fotografica, autore: Giuseppe Dezza. Per info tel. Organizzato da A.

Diritti umani: Lucano, l’odio è diventato classe dirigente

Prenotazione obbligatoria alla mail info progettocontatto. La risonanza tra parole e intuizioni faranno emergere riflessioni che, partendo dai piccoli gesti quotidiani, arrivano al senso profondo del cambiamento, del prendersi cura, del sognare il futuro. Web: didattica. Un momento di riflessione e confronto con la testimonianza di storie vissute e la premiazione delle famiglie a riconoscimento del cambiamento dello stile di vita.

Ne parliamo con un nutrizionista. ORE Anche alla luce del precedente Snowpierceril film segna una virata nel Cinema del cineasta sudcoreano verso tematiche cosiddette ambientali, centrali nel contemporaneo con il quale oggi ci confrontiamo. Uno spazio di diritto di tutti gli uomini e le donne del mondo. Un sogno per il domani che si concretizza ogni giorno tra il profumo di fieno e carote e il morbido pelo degli inseparabili amici cavalli. Organizzato da Coop. La storia di Naseem, un ragazzo indiano adottato in Italia che va alla ricerca delle proprie radici.

La storia del sogno di un bambino che coinvolge inaspettatamente persone di paesi, culture, religioni diverse. Tutti coinvolti dal sogno di Naseem. Tutti disposti ad aiutarlo a fare un tratto di strada.

Prenotazione obbligatoria tel. Organizzato da Harmonia Mundi. Organizzato da Associazione Italiaadozioni. Il primo di un ciclo di 3 incontri per raccontare e far conoscere il continente latinoamericano. Le date successive: 27 novembre e 12 dicembre. Organizzato da MontessoriAttiva-Pavia. Prenotazioni e informazioni tel. Iscrizione obbligatoria al link: Coderdojopv Eventbrite.


thoughts on “La classe 2°b della pellico al... festival dei diritti umani”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *